Healthcare

Quanto ti costa non sapere dove sono le attrezzature mediche

Localizzare e tracciare le risorse mediche all’interno di una struttura sanitaria diventa fondamentale non solo per ridurre eccessi di fornitura e costi operativi ma anche per ottimizzare il lavoro del personale. Scopri come l’asset tracking e la location intelligence possono fare al caso tuo.

In sintesi
  • Attrezzatura medica smarrita o rubata per $ 4.000/anno per letto
  • Dal 20 al 50% in più di costi associati ad eccessi di inventario
  • Previeni queste inefficienze grazie all’asset tracking e alla digitalizzazione della struttura sanitaria
  1. Home /
  2. Blog /
  3. Quanto ti costa non sapere dove sono le attrezzature mediche

Una buona sanità significa fornire alti livelli di assistenza e cura al paziente. Negli ultimi anni, la sanità ha dovuto affrontare diverse problematiche, legate soprattutto alla forte pressione esercitata dalla pandemia Covid-19. L’efficienza è quindi diventata una tematica di centrale interesse. 

Tralasciando le complesse questioni legate alla gestione della pandemia, spesso le inefficienze intaccano anche le operazioni quotidiane.

Quanto costa non sapere dove sono le attrezzature? 

Secondo uno studio dell'Università del Texas, Austin, gli ospedali statunitensi perdono ogni anno $ 4.000 per letto di apparecchiature a causa di dispositivi medici smarriti o rubati. Come conseguenza, questo studio riporta che gli ospedali acquistino circa dal 20% al 50% in più di attrezzature rispetto a quelle di cui hanno effettivamente bisogno, aumentando così  i costi operativi e di inventario.

 

Come ulteriore conseguenza, queste inefficienze si riflettono sui flussi di lavoro, sulla produttività del personale e sulla qualità dell'assistenza ai pazienti, con un terzo degli infermieri che, secondo Markets and Markets, dichiara di dedicare un'ora per turno alla ricerca dei dispositivi medici necessari.

 

Le problematiche che le strutture sanitarie devono affrontare sono dunque:

  • centinaia di attrezzature mediche che scompaiono, vengono smarrite o rubate; 
  • i lunghi tempi di ricerca dell'attrezzatura medica per tutto l'ospedale;  
  • un inventario in eccesso e i suoi costi associati; 
  • minor qualità dell'assistenza al paziente, che a sua volta si riflette in un aumento dei tempi di attesa. 

 

Con migliaia di dispositivi medici in movimento nell'ospedale e centinaia di letti ospedalieri, ne consegue che è estremamente importante conoscere la posizione in tempo reale dell’attrezzatura critica e non all'interno della struttura per rispondere prontamente a situazioni di emergenza, per gestire in modo ottimale le attività quotidiane e per avere piena visibilità sull'inventario.

 

Ed è qui che entra in gioco l’asset tracking.

Cos'è l'asset tracking? 

Asset tracking significa localizzare e tracciare le apparecchiature mediche in tempo reale e si basa su tecnologie RTLS (Real-Time Locating Systems).

 

Gli RTLS sono sistemi di localizzazione in grado di tracciare ogni tipo di risorsa (es. sedie a rotelle, incubatrici, monitor cardiaci, macchine per la mammografia) con accuratezza e latenza variabili, a seconda del fornitore, della tecnologia sottostante e delle esigenze del cliente.

 

I sistemi di localizzazione in tempo reale funzionano con diverse tecnologie tra cui Bluetooth Low Energy (BLE) e Ultra-Wide Band (UWB) che generalmente hanno una precisione che va da 0,5 a 3 m e una latenza di 0,1 secondi in ambienti chiusi. La precisione varia in base alla necessità del cliente: ad esempio, un'elevata precisione può essere necessaria per individuare con esattezza uno strumento, mentre potrebbe essere inferiore per fini di inventario e conteggio.

 

Gli RTLS possono richiedere infrastrutture cablate (con connettività Ethernet) o più leggere (wireless). Solitamente, l’infrastruttura comporta l’installazione di ricevitori (antenne) da installare su soffitto o pareti e TAG, di diverse forme e dimensioni, da applicare alle risorse oggetto di tracciamento.

 

Gli RTLS costituiscono quindi l’hardware, che fornisce il punto sulla mappa, ma necessariamente devono coesistere con la parte software per tutta quella serie di servizi di:

  • ricerca delle risorse in tempo reale; 
  • allarmistica, ad esempio, se determinate apparecchiature lasciano la zona assegnata;
  • conteggio e gestione dell'inventario;
  • analisi, ad esempio, della movimentazione delle apparecchiature per identificare colli di bottiglia e il loro effettivo utilizzo a fini di manutenzione.

I 5 vantaggi legati all'asset tracking

Implementare una soluzione di asset tracking all’interno di una struttura ospedaliera si traduce in 5 principali benefici:

  1. meno tempo speso nella ricerca di risorse da parte del personale medico che può essere riutilizzato per compiti chiave;
  2. riduzione di smarrimenti e furti dell’attrezzatura medica, grazie ad uno spaccato in tempo reale della posizione di ogni singolo dispositivo medico;
  3. riduzione dei costi legati alla fornitura non necessaria, grazie ad un inventario sempre aggiornato;
  4. migliore programmazione delle operazioni di manutenzione grazie alle analisi su movimentazione e utilizzo;
  5. migliore qualità dell'assistenza al paziente.


Gli ospedali che hanno già implementato queste soluzioni di monitoraggio e tracciamento hanno osservato enormi guadagni in termini di efficienza. Alcuni riferiscono che il tempo di ricerca per un singolo strumento è diminuito da 30 minuti a meno di 3 minuti. Altri affermano di essere stati in grado di risparmiare migliaia di euro che, in precedenza, erano dedicati all'acquisto di attrezzature non necessarie.

Oltre l'asset tracking...

Una volta che l'infrastruttura RTLS è installata, molti altri servizi possono essere costruiti per ottimizzare le attività operative a partire dalla digitalizzazione di una struttura sanitaria. 

 

Ad esempio, utilizzando TAG nella forma di braccialetti, i pazienti possono essere monitorati per garantire la loro sicurezza durante tutto il percorso di cura. Ciò è particolarmente pensato per pazienti anziani, affetti da Alzheimer o psichiatrici. La loro posizione può essere monitorata in qualsiasi momento e il personale medico può essere avvisato se il paziente esce dalla stanza o se si trova in situazioni pericolose, come l’avvicinamento alle scale o all'uscita dell'ospedale o dell'istituto. Ne parliamo in un articolo tra le risorse correlate.

Resta sempre aggiornato!
Per raccontarti tutto ciò che sappiamo sulla localizzazione indoor, in termini di tecnologia, servizi e trend di mercato (e sì, ogni tanto per raccontarti anche un po’ di noi).